Ripristinare Windows 10 o tornare alla versione precedente di Windows

A partire da Windows 8 Microsoft ha introdotto un una funzione che permette di eseguire un ripristino del sistema operativo alle impostazioni di fabbrica direttamente dal S.O. stesso, senza usare il DVD al boot del sistema.
Questa opzione semplifica notevolmente il processo di formattazione del pc, anche per gli utenti meno esperti, inoltre permette di eseguire un'installazione pulita ogni volta che vogliamo.
Se invece non siete soddisfatti di Windows 10, Microsoft permette di tornare alla versione precedente del sistema (Win 7 o Windows 8.1, a seconda della vostra vecchia versione) entro un mese dalla data di upgrade. Vediamo come eseguire entrambe le procedure.

Ripristino alle impostazioni di Fabbrica
NB: Poiché questa procedura ripulisce il sistema è importante non eseguirla se si intende ripristinare la versione precedente di Windows. Per tornare alla versione precedente è essenziale disporre dei file preparati da Windows durante l'upgrade.
Se intendete ripristinare la vecchia versione di Windows passate al punto successivo dell'articolo.

Come accennato prima Windows 10 permette di fare un ripristino del sistema direttamente dal S.O.
Anche se il disco di boot non è richiesto è sempre meglio averne uno a portata di mano. Per crearlo possiamo usare il Media Creation Tool illustrato in questo post
Dobbiamo solo selezionare la voce  Crea un supporto di installazione per un altro PC per creare un file ISO oppure una pendrive USB, avendo cura di selezionare la giusta versione di Windows 10 in nostro possesso (Home o Pro).



Una volta creato il supporto di ripristino e dopo aver fatto il backup dei dati procediamo il ripristino. Andiamo su START - Impostazioni - Aggiornamento e sicurezza, clicchiamo su Ripristino e selezioniamo Per Iniziare. Windows ci chiederà delucidazioni su cosa fare, se mantenere i file oppure se rimuovere tutto.


Scegliamo Rimuovi tutto e proseguiamo. Se abbiamo più partizioni sul disco fisso Windows chiederà se vogliamo rimuovere i file da tutte le unità oppure se ripulire solo quella dove è presente Windows (tipicamente la C:)


Scegliamo di ripulire solo l'unità di sistema e proseguiamo. Windows a questo punto ci metterà di fronte ad una nuova scelta:
  • Rimuovere solo i file personali
  • Rimuovere i file pulire l'unità.
Questa scelta è legata al motivo della formattazione. Scegliendo la seconda opzione, infatti,  Windows provvederà ad eseguire un ciclo di scrittura sull'hard disk in modo da rendere molto più complesso l'eventuale recupero dei dati. Conviene usare questa opzione solo se si intende formattare con il fine di vendere o regalare il pc.
Scegliamo di rimuovere semplicemente i file e proseguiamo cliccando su Reimposta.


A questo punto dobbiamo solo pazientare che Windows completi la procedura di ripristino, avendo cura di rispondere alle domande poste dal sistema operativo.
Oltre alla classica scelta della lingua e accettazioni varie vi verrà chiesta la natura del pc. Se è di vostra proprietà e non un pc aziendale selezionate Appartiene a me e procedete associando un account Microsoft oppure creando un account locale (cliccando su ignora questo passaggio).


Completati i vari passaggi potremmo nuovamente utilizzare Windows 10. Grazie alla scelta di ripulire solo la partizione di sistema le altre le troveremo esattamente come le abbiamo lasciate prima del ripristino.


Anche la licenza rimarrà intatta e non sarà necessario attivare nuovamente Windows.

Tornare alla versione precedente di Windows
Windows 10 permette di riportare il sistema alla precedente versione di se stesso (Win 8.1 o Win 7) a patto che il procedimento venga effettuato entro 1 mese dalla data di upgrade.

Come prima cosa facciamo il solito backup dei dati, anche se non si dovrebbe perdere nulla (ma perché rischiare?) dopodiché andiamo su START - Impostazioni - Aggiornamento e sicurezza - Ripristino per troare la voce Torna a Windows 7 o Torna a Windows 8.1 (a seconda della nostra vecchia versione di partenza). Clicchiamo sul tasto Per iniziare.

Ovviamente Microsoft ci chiederà la motivazione per la quale vogliamo tornare indietro, selezioniamo il motivo che più ci aggrada e proseguiamo.


Windows ci informerà su quello che accadrà dopo il downgrade, ovvero la perdita di eventuali programmi installati o aggiornati in Windows 10 e il ripristino delle impostazioni di sistema. Inoltre dovremmo ricordarci l'eventuale password di accesso del vecchio sistema operativo, altrimenti non potremo accedere a Windows.

Fatte queste premesse proseguiamo e attendiamo che il pc completi le operazioni.



Se tutto è andato per il verso giusto Windows si riavvierà con la nostra vecchia versione. Anche questa volta non sarà necessario eseguire nessuna attivazione, inoltre potremmo nuovamente fare l'upgrade a Windows 10 tramite l'app di prenotazione o tramite il Media Creation Tool
Condividi su Google Plus

Alessandro Giorgis

Diplomato Perito Elettronico anche se la mia vera passione sono i computer. Attualmente lavoro come Sistemista Windows dove mi occupo sopratutto della gestione delle problematiche legate all'hardware e al software nell'ambito aziendale.

8 Commenti:

  1. ciao,
    non sono molto esperto, ma nel momento in cui cerco di tornare da windows 10 a windows 8.1 mi dice che prima di poter effettuare questa operazione devo "spostare il mio account utente".
    Cosa vuol dire questo?
    grazie per la disponibilità

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao, onestamente, non mi è mai comparsa questa richiesta, potresti fare uno screenshot ed inviarmelo via mail?

      mandalo a giorgis.alessandro@ildiariodelsistemista.com

      Elimina
  2. ciao, non riesco a tornare a windows 8.1, mi dice che è impossibile eseguire il ripristino perchè i file necessari per poterlo eseguire sono stati rimossi.
    Cosa ho rimosso esattamente? grazie mille.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao, potresti aver utilizzato qualche strumento di pulizia che rimuove i file di backup dei precedenti sistemi operativi, oppure sono passati 30 Giorni da quando hai installato Windows 10, dopo questo lasso di tempo Windows elimina automaticamente i dati del precedente S.O. per liberare spazio.

      Elimina
  3. Windows 10 mi ha creato diverse partizioni. La mia situazionen è: disco sistema (C), disco dati(D) disco copie (E) + quelle di windows e RECOVERY. La partizione RECOVERY credo di poterla eliminare ora che ho installato Win 10 (era presente con Win 8). Grazie
    Sergio

    RispondiElimina
  4. Ciao, ho provato a fare il ripristino del pc con Windows 10 poiche il mio notebook era troppo impallato, purtroppo il caricamento si è bloccato all 1% per ore, quindi ho dovuto spegnere e a quel punto non mi è rimasto che fare il ripristino ai dati di fabbrica del pc che quindi ora è tornato a Windows 8.1, ma ora nn so come tornare a Windows 10, pensavo che avrebbe fatto l'aggiornamento e invece ha scaricato tipo 200 aggiornamenti ma nessun passaggio a Windows 10, come posso fare?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Walter, il pc non rileva l'aggiornamento perchè in teoria è scaduto il termine per avere Windows 10 gratuitamente. Tuttavia puoi seguire le istruzioni di questo mio altro articolo:
      http://www.ildiariodelsistemista.com/2015/08/come-eseguire-laggiornamento-manuale.html
      Se usi il Media Creation Tool puoi ancora installare e attivare Windows 10 senza acquistare la licenza. Proprio ieri ho aggiornato un Windows 7 con questa procedura

      A presto!

      Elimina
  5. Ciao Alessandro!Ho più o meno il problema dell'utente Walter Zollo: anche a me si è bloccato tutto e ho dovuto fare il ripristino di fabbrica...ma in più Windows 8 non si attiva, da errore. Forse ciò è dovuto al fatto che, poiché precedentemente ho aggiornato a W10, non riconosce più quel P.Key?
    Nonostante ciò se aggiorno direttamente a W10, si attiverà??
    Grazie

    RispondiElimina