Creare una macchina virtuale usando VMware Player

Come già abbiamo trattato in un altro post gli ambienti virtuali sono eccellenti banchi di prova per fare sperimentazioni ed installare software di test, eliminando così il rischio di sporcare o compromettere il S.O. principale.
Uno tra i migliori software di virtualizzazione free è VMware Player, che, rispetto a VirtualBox, ha una gestione delle periferiche usb nettamente migliore. Vediamo in dettaglio come installarlo e configurarlo.

Per prima cosa dobbiamo scaricare il software principale (disponibile sia per Windows che per Linux), attualmente siamo alla versione 4.0. Per effettuare il download è necessario registrare un account gratuito.
Una volta completata l'installazione avviamo il programma e selezioniamo la voce Create a New Virtual Machine


VMware utilizza un Wizard per la configurazione iniziale. Il sistema ci chiederà di inserire il supporto di origine per effettuare l'installazione del S.O. Possiamo usare un CD/DVD, un'immagine ISO oppure creare solo l'ambiente virtuale senza sistema operativo.


Se il S.O. scelto è Windows o una delle distro più utilizzate di Linux partirà la modalità Easy Install, dove potremo inserire subito alcune informazioni aggiuntive che, altrimenti, ci verrebbero richieste in fase di installazione (come il product key o il nome utente). Al termine della configurazione scegliamo il nome da assegnare alla macchina virtuale ed il percorso in cui vogliamo salvare i dati relativi ad essa.


Lo step successivo consiste nel decidere la dimensione che il disco virtuale deve avere. Considerando che si tratta di macchine di test consiglio di non andare oltre i 30Gb, inoltre ci verrà richiesto se stoccare l'immagine del disco in un unico file o se spezzarla in più parti. Scegliamo di utilizzare un file singolo e proseguiamo.
Cliccando sul form Customize hardware... potremo impostare alcuni paramentri base, come il quantitativo di memoria RAM da assegnare alla vm (Virtual Machine), o quanti core far vedere al S.0.


Ora che abbiamo ultimato la configurazione non ci resta che installare il S.O. Dalla schermata principale selezioniamo la vm e clicchaimo su Play virtual machine per avviare l'ambiente virtuale. A questo punto VMware Player si comporta come un qualsiasi pc fisico, quindi possiamo procedere con la normale installazione del sistema operativo scelto.
Una volta completata l'installazione al primo avvio della vm VMware ci comunicherà che è necessario installare i VMware Tools. Questo particolare applicativo serve per far dialogare correttamente il pc fisico con la vm, migliora la gestione dei driver virtuali e l'uso delle interfacce USB.
Condividi su Google Plus

Alessandro Giorgis

Diplomato Perito Elettronico anche se la mia vera passione sono i computer. Attualmente lavoro come Sistemista Windows dove mi occupo sopratutto della gestione delle problematiche legate all'hardware e al software nell'ambito aziendale.

0 Commenti:

Posta un commento