Scaricare la posta di Libero e Tin con Outlook

Oggi giorno ci sono molti provider che mettono a disposizione servizi E-Mail e caselle di posta molto efficienti, come Gmail o gli account di MSN.
Tutti servizi facilmente interfacciabili con Outlook e altri sistemi di posta come, ad esempio, Thunderbird.

Purtroppo alcuni provider, come Libero e Tin, non permettono di scaricare la posta a meno che non si utilizzi una linea ADSL dello stesso gestore, e può essere molto scomodo dover utilizzare il Browser per gestire la propria corrispondenza.

Cambiare account di posta potrebbe essere un'operazione seccante, sopratutto se usiamo da anni lo stesso indirizzo mail. Dobbiamo rassegnarci?
La risposta è no, possiamo utilizzare il software FreePOPs.

Come prima cosa prepariamo l'account di Outlook.


Apriamo il client e spostiamoci nella gestione degli Account cliccando su:

Per Office 2003: Strumenti - Account di posta elettronica - Visualizza o cambia gli account di posta elettronica esistenti.
Per Office 2010: File - Impostazioni Account - Correggi.

Configuriamo l'account di Libero o di Tin con i parametri forniti dal provider e, nel campo POP3, inseriamo la voce localhost.
Fatto questo clicchiamo su Altre impostazioni e nel tab Impostazioni avanzate modifichiamo la voce Server posta in arrivo (POP3) inserendo il valore 2000.


Ora che l'account è stato preparato possiamo scaricare FreePOPs e avviare l'installazione.
Ultimata la procedura dobbiamo aggiornare i moduli di configurazione dei vari account.

Per fare questo clicchiamo su START - Tutti i programmi - FreePOPs - FreePOPs-updater. Nella schermata lasciamo le selezioni proposte da programma e clicchiamo su Avanti.


Ok, siamo pronti per lanciare l'eseguibile Da START - Tutti i programmi - FreePOPs clicchiamo su FreePOPs e attendiamo che compaia l'icona nell'area di notifica, dopodiché apriamo il client di posta elettronica e proviamo a scaricare i messaggi.


Se abbiamo fatto tutto correttamente dovremmo vedere il client popolarsi con le Mail. Consiglio di inserire l'eseguibile FreePOPs in avvio automatico, in modo da non doverlo avviare manualmente ogni volta.
Condividi su Google Plus

Alessandro Giorgis

Diplomato Perito Elettronico anche se la mia vera passione sono i computer. Attualmente lavoro come Sistemista Windows dove mi occupo sopratutto della gestione delle problematiche legate all'hardware e al software nell'ambito aziendale.

0 Commenti:

Posta un commento