Errore C0000034 dopo aggiornamento di Windows 7 x64 a Sp1

Il passaggio al Service Pack 1 di Windows 7 non è stato poi così indolore come si credeva
Prima il simpatico scherzetto che hanno trovato gli utenti che utilizzano più di un S0 e ora una nuova problematica.

Alcuni possessori di Windows a 64bit si sono trovati di fronte ad una schermata simile a questa:


Questo errore impedisce l'avvio di Windows, e non si risolve ne utilizzando lo strumento di ripristino automatico integrato, ne quello da DVD, con il risultato di rendere Windows del tutto inutilizzabile.

Non è ancora ben chiaro da dove abbia origine la problematica, ma sembra che sia circoscritto solo ai sistemi a 64bit. Personalmente credo che si possa trattare di un conflitto con qualche altro aggiornamento o qualche software.

Dobbiamo quindi formattare? forse no. Attualmente sono due le soluzioni possibili, vediamo come fare.


Modificare il file pending.xml:
In questo file Windows scrive alcune stringhe in modo errato. Questo potrebbe impedire il corretto avvio di Windows, quindi occorre modificare il file eliminando le stringhe corrotte.

Inseriamo nell'unità CD/DVD il disco di ripristino di Windows e avviamo il pc modificando opportunamente l'ordine di boot. Una volta caricati i file di Windows selezioniamo la lingua e del sistema e successivamente clicchiamo sulla voce Ripristina Computer.


Attendiamo che il il DVD riconosca quale SO abbiamo installato sul pc e clicchiamo su Avanti per aver accesso al menu delle Opzioni.

Utilizzare il DVD di installazione è sicuramente il modo più corretto di operare, tuttavia è possibile accedere alla console di ripristino direttamente da SO.

All'ennesimo avvio non riuscito lasciamo che Windows avvi lo Strumento di ripristino all'avvio.



Annulliamo il tentativo di ripristino cliccando su pulsante Annulla e scegliamo di non inviare la segnalazione a Microsoft.

Finalmente apparirà il menu delle Opzioni di ripristino di sistema, dal quale sceglieremo Prompt dei comandi.


Una volta entrati nella famigliare schermata di DOS apriamo il Blocco Note digitando il comando

C:\windows\system32\notepad.exe

Clicchiamo su File- Apri e spostiamoci nel percorso

C:\windows\winsxs

Dentro questa cartella cerchiamo il file che si chiama pending.xml estendendo il campo di ricerca a Tutti i file (*.*) ed creiamone una copia di backup.


Una volta aperto il file cerchiamo, premendo la combinazione CTRL+F, il valore 0000000000000000.cdf-ms

Dopodiché cancelliamo completamente la stringa completa:

<Checkpoint/>
<DeleteFile path="\SystemRoot\WinSxS\FileMaps\_0000000000000000.cdf-ms"/>
<MoveFile source="\SystemRoot\WinSxS\Temp\PendingRenames\e56db1db48d4cb0199440000b01de419._0000000000000000.cdf-ms" destination="\SystemRoot\WinSxS\FileMaps\_0000000000000000.cdf-ms"/>


Non ci resta che salvare il file, chiudere il Blocco Note, il Prompt dei comandi e riavviare il pc.
Dopo circa 5-10 minuti, nei quali Windows provvederà ad eseguire alcune operazioni di ripristino, il SO dovrebbe ripartire correttamente.

Sostituire i file di configurazione con quelli di backup:
Tuttavia il metodo precedentemente esposto non è infallibile. Alcuni sistemi, infatti, potrebbero essere privi della stringa corrotta, o addirittura non avere il file pending.xml.

Allora non ci resta che provate a sostituire i file di configurazione.
Windows 7, prima di avviare la procedura di aggiornamento, crea una copia dei cinque principali file di configurazione che sono:

  • Default
  • Sam
  • Security
  • Software
  • System

Grazie a questi file possiamo tentare il ripristino di Windows. Avviamo Windows dal DVD di installazione e spostiamoci nuovamente nelle Opzioni di ripristino di sistema.

Dal menu scegliamo nuovamente Prompt dei comandi iniziamo a lavorare di codice.

Spostiamoci nella cartella di configurazione digitando

cd c:\windows\system32\config

Una volta arrivati in questa cartella rinominiamo i file utilizzando le seguenti stringhe. Ricordiamoci di confermare ogni comando prendendo il tasto Invio.

  • ren default default.old
  • ren sam sam.old
  • ren security security.old
  • ren software software.old
  • ren system system.old

entriamo nella cartella dove Windows 7 ha eseguito i backup digitando:

cd regback

Come ultimo passaggio non ci resta che copiare i file contenuti in regback nella cartella config. Usiamo sempre le stringhe confermando ogni comando con Invio.

  • copy default c:\windows\system32\config
  • copy sam c:\windows\system32\config
  • copy security c:\windows\system32\config
  • copy software c:\windows\system32\config
  • copy system c:\windows\system32\config

Usciamo dal prompt digitando Exit e riavviamo il pc. Se tutto è andato per il verso giusto Windows 7 partirà correttamente senza riportare errori.

Rimane il problema di aggiornare all'Sp1. Personalmente consiglio di verificare se sono disponibili aggiornamenti installabili separatamente dal Service Pack (anche quelli facoltativi) e controllare tra i vari software installati se c'è ne qualcuno che potrebbe generale problemi (facendo una rapida ricerca in Internet è possibile trovare diversi riscontri).

In ogni caso, prima di provare a lanciare nuovamente l'aggiornamento del Service Pack, consiglio di creare un'immagine di backup utilizzando lo strumento integrato in Windows 7 oppure una delle valide alternative, come Acronis o Clonezilla.
Condividi su Google Plus

Alessandro Giorgis

Diplomato Perito Elettronico anche se la mia vera passione sono i computer. Attualmente lavoro come Sistemista Windows dove mi occupo sopratutto della gestione delle problematiche legate all'hardware e al software nell'ambito aziendale.

48 Commenti:

  1. Ciao, purtroppo su due dei computer che ho in ufficio ho avuto il problema. Uno l'ho risolto trovando una soluzione sul web, dove editando il file "pending.xml" sono andato a togliere una stringa di testo e tutto si e' risolto. Ma sull'altro la stringa indicata non c'era!
    Ho quindi provato con la tua soluzione... ma nella cartella regback non c'e' nulla! Cosa diavolo e' andato storto...
    L'errore e' "Errore C0000034 di applicazione aggiornamento 282 di 119151 (_00000...)".
    Se ti viene in mente qualcosa te ne saro' grato.
    Grazie

    Gabriele

    RispondiElimina
  2. Ciao Gabriele, a noi è successo su 5 pc di un cliente, e su tutti siamo riusciti a trovate i file sotto la cartella regback. Una volta che sei entrato nella cartella ti esce qualche errore in fase di copy? Per verificare l'effettiva esistenza dei file potresti, sempre dal promt, entrare nella cartella regback e lanciare un comando DIR, in modo da avere l'elenco dei file che essa contiene. Intanto cerco di recuperare qualcos'altro. Prima di trovare questa soluzione avevo tentato un'altra strada ma non era servito...magari per te può funzionare

    RispondiElimina
  3. Ho trovato questo:

    Sempre dal prompt dei comandi digita questa stringa: systeminfo | find "976932"
    Se viene restituito il relativo codice con KB prosegui con questo comando:
    wusas /uninstall /kb:976932

    Ad ogni modo non sono molto fiducioso che questo metodo funzioni...purtroppo in rete non ho visto soluzioni che si discostano da quella da me proposta (che ho estrapolato da Answer Microsoft)e da quella segnalata da te (Anzi, ti ringrazio per la segnalazione, provvedo ad aggiornare il post)

    RispondiElimina
  4. Ciao Alessandro, grazie anzitutto per la risposta. Ti confermo di avere la cartella "regback" vuota (ho anche verificato con il comando "attrib"... nessun file, nemmeno nascosto). Tra l'altro dal prompt non mi permette di rinominare i file da te indicati perche' mi dice che li sta usando un altro processo (anche con il boot fatto con il cd di Win7, seguendo pari pari le tue istruzioni).
    Il comando "systeminfo" il sistema non me lo riconosce.
    Ad ogni modo, a confermare la casualità con cui avviene il problema, durante l'aggiornamento all'SP1, e' che su due pc perfettamente identici, con Win7 Ultimate (con licenze), su uno e' andato bene e sull'altro ho questo problema apparentemente irrisolvibile (in entrambe i casi l'aggiornamento e' partito da solo attraverso Windows Update.

    RispondiElimina
  5. Ciao Gabriele, trovo davvero strano che la cartella sia vuota. Ti confermo che i file in regback dovrebbero esserci anche se si è disattivato il ripristino di configurazione di sistema. Il fatto che non ci siano e che non si riesca a rinominarli mi fa pensare che siano subentrati altri problemi oltre all'aggiornamento dell' Sp1. Purtroppo non vedo altre soluzioni se non quella di tentare di ripristinare il pc da un'immagine o da un punto di pristino precedente...

    RispondiElimina
  6. Ciao ragazzi...
    Ho modificato il file pending.xml come descritto. Il pc si avvia ma c'è un problema...
    Il pc sembra aggiornto ad sp1 (cliccando col tasto destro su risorse del computer -> proprietà mi dice che ho aggiornato ad sp1)...però se vedo nella lista degli aggiornamento installati NON c'è l'SP1....
    Inoltre se riprovo ad installare l'sp1 mi dice che non può essere installato perchè mancano alcuni componenti...

    RispondiElimina
  7. Ciao. Hai provato a reinstallare l'sp1 da Windows Update oppure hai lanciato l'exe scaricabile dal sito di Microsoft? Esce qualche codice d'errore?

    RispondiElimina
  8. ora non sono in ufficio e non posso ricontrollare. Cmq si, ho provato a lanciare l'exe scaricato dal sito microsoft.
    In windows update non mi compare nessun nuovo aggiornamento.
    Mi sembra non solo un problema mio, in quanto mi capita su 3 pc diversi...Ora non capisco se l'sp1 è effettivamente installato o meno perchè come ho detto in proprietà del sistema risulta installato, ma nella lista degli aggiornamenti installati compare...

    RispondiElimina
  9. Ho controllato sui miei sistemi, che però sono a x86 e nella lita degli aggiornamenti compare come "Service Pack per Windows". Purtroppo al momento non non ho sotto mano 7 x64, fino a lunedì non sarò in ufficio. Ad ogni modo credo che sia installato, bisogna vedere il prossimo gruppo di aggiornamenti di windows update cosa propone. Intanto faccio qualche ricerca

    RispondiElimina
  10. Si, nel mio caso si tratta di sistemi a 64 bit. Anche perchè per i 32 bit non ho avuto problemi di alcun tipo nella fase di aggiornamento.
    Comunque ora i pc vanno...però devo capire se l'sp1 è installato o meno...

    RispondiElimina
  11. Buongiorno a tutti. Io purtroppo mi avvio a formattare uno dei due computer dove ho avuto il problema... ribadisco: pending con la sezione indicata assente (anzi, se cerco la stringa "cdf-ms" non ne trova una!) e cartella regback completamente vuota.
    Ad ogni modo, se vi puo' essere utile, sulla macchina ripristinata con la modifica sul pending.xml, con Windows 7 Ultimate 64 bit, mi viene indicato il Service Pack installato e da Windows Update NON mi rida' l'SP1 tra gli aggiornamenti da installare. Per il sistema l'SP1 e' praticamente installato. Ma la modifica del Pending in realta' elimina il blocco dovuto all'aggiornamento e di fatto blocca l'installazione dell'SP1, che quindi in realta' NON e' installato.
    Ma... Microsoft che fa??? Tutto tace...

    RispondiElimina
  12. Mentre cercavo mi sono imbattuto in knowledge di microsft che proponeva la soluzione del pending e unlatra soluzione che, guarda caso, invitava "tornare indietro" usando un punto di ripristino...ma di ufficiale pare che non ci sian nulla...certo che andiamo proprio bene, se pensiamo che l'Sp1 doveva essere solo un insieme di aggiornamenti...a questo punto non oso pensare cosa accadrà quando uscirà l'Sp2 dato che dovrebbe portare migliorie al sistema... sono contento di usare sistemi Linux...

    RispondiElimina
  13. Io non riesco proprio a capire quello che state dicendo, però ho questo problema nel mio computer e sto impazzendo perchè dentro c'è la mia tesi =(

    RispondiElimina
  14. Ho questo problema ma non riesco a editare il file pending.xml perchè dal Prompt MS-DOS non mi fa accedere a nessun file su C: dicendomi che il disco è System Protected. Come posso risolvere ?

    RispondiElimina
  15. Ciao, è davvero strano che non ti venga permesso di accedere al disco c. In teoria usando il cd di installazione come nelle guida dovresti avere il massimo dei permessi. Che pc hai? è un assemblato?

    RispondiElimina
  16. Hai salvato il mio pc dalla formattazione, ti ringrazio un mondooooo!!!!

    RispondiElimina
  17. Mi fa piacere che la mia guida ti sia stata utile :)Continua a seguirmi! :)

    RispondiElimina
  18. Grazie mille! Sia lodato veramente!
    Mi ero impanicato alla grande, non per il fatto di dover formattare, chi se ne frega, ma per il fatto che avevo come un cretino messo la password di accesso al sistema (cosa che nn faccio mai!!) e non avrei potuto recuperare tutte le foto e i video che avevo nelle cartelle Utente>NomePC!!

    Che mi consigliate di rimettere ora su di un notebook con 4gb? 32 o 64 bit?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao, mi fa piacere che hai risolto, su un pc con 4Gb direi anche ai il 32bit va bene, non perdi molto in termini di memoria ma è leggermente più veloce :)

      Elimina
  19. sul mio computer non funziona nessuno dei due sistemi. In particolare, col secondo, ogni volta che scrivo uno dei comandi come "ren default default.old", compare il messaggio "impossibile accedere al file. il file è utilizzato da un altro processo". Come è possibile che sia utilizzato? c'è qualcos'altro che si può fare, oltre alla formattazione?
    grazie

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao, è davvero strano che il file default sia in uso, partendo dal DVD di installazione non dovrebbe proprio darti questo tipo di errore. Puoi provare con un altro cd? Purtroppo non ci sono altre alternative oltre a quelle descritte...

      Elimina
    2. ho provato a usare un dvd di installazione e i dvd di ripristino, a nulla è servito.. penso che sarò costretta a formattare
      grazie lo stesso, ciao!

      Elimina
    3. Ciao Elisa, scusa il ritardo con cui rispondo ma i questo periodo dell'anno c'è davvero tantissimo lavoro.

      Purtroppo se nessuna delle soluzioni chi hai provato funziona temo non ci sia altro da fare se non formattare, anche a me è successo su (per fortuna) pochi pc...

      Elimina
  20. io ho questo problema non sono pratica con il cd ma quando annullo il ripristino mi riavvia il computer e non mi chiede neanche la segnalazione! come faccio?? salvatemi!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao, purtroppo per risolvere il problema di serve il DVD di Windows 7, nella confezione del tuo pc dovrebbe esserci, hai già provato a seguire il punto 1? Fammi sapere :)

      Elimina
  21. Ti ringrazio collega,un mio cliente ha avuto lo stesso problema,risolto col metodo file di testo.

    RispondiElimina
  22. ho provato a risolvere con il primo metodo ma non trovo la stringa indicatami che devo fare?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao, purtroppo sembra che non tutti i sistemi si possano ripristinare eliminando la stringa incriminata, l'unica è provare a sostituire i file di configurazione. Il procedimento è spiegato nel post dopo il metodo 1

      Elimina
  23. ciao.non mi trova questo errore 0000000000000000.cdf-ms.......ho provato ma niente.......cosa potrei fare di altro??? grazie

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao, se non trovi quel codice di errore puoi provare con il punto due della guida, nel post è indicata come: "Sostituire i file di configurazione con quelli di backup:"

      Elimina
  24. Il PC di mio figlio ha avuto questo problema ed era disperato perchè sta facendo la sua tesina di maturità. Avendo il dual boot su Linux Ubuntu abbiamo fatto la modifica del file pending dall'editor di Ubuntu sulla partizione Windows in modo semplicissimo. Tutto ha funzionato a meraviglia.
    Un grandissimo grazie per il suggerimento

    RispondiElimina
  25. Mitico!! ho risolto sostituendo i file di configurazione. grazie!
    Andrea

    RispondiElimina
  26. Ma io non voglio perdere i file e non ho il disco

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se non hai il disco di avvio di Windows purtroppo non c'è molto da fare, non riesci proprio a fartelo prestare da qualcuno? Non occorre che sia proprio del tuo pc, l'operazione di recupero non chiede il codice di attivazione, quindi puoi usare un dvd qualsiasi di Windows 7. Se invece vuoi recuperare i file devi per forza smontare il disco fisso e collegarlo ad un box esterno USB per poter leggere i dati da un'altro pc

      Elimina
  27. Buongiorno a tutti,
    ieri e' capitato anche a un mio cliente e con il primo metodo ho risolto. La stringa da cancellare non corrispondeva alla perfezione ma dopo un'oretta di studio del file pending.xml che avevo su quel PC ho capito cosa cancellare ed e' andato tutto bene.
    Grazie infinite del suggerimento e del vostro lavoro.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao! Può essere che la stringa sia stata modificata dopo alcuni aggiornamenti :) Ti ricordi per caso com'era quella che hai trovato? così posso aggiornare l'articolo :)

      Elimina
  28. Ragazzi ho un pc con " Errore C00000034 di applicazione aggiornamento 213 di 104271 (_00000...) "
    ma quando al prompt dei comandi digito : C:\windows\system32\notepad.exe

    dice che non ha trovato nulla...come posso risolvere?????

    RispondiElimina
  29. Ciao, se il primo metodo non funziona puoi provare il secondo, quello di sostituire i file di backup. Hai già provato anche quello?

    RispondiElimina
  30. io ho aggiunto la stringa





    prima di



    cambiavano solo i numeri \e56db1db48d4cb0199440000b01de419._0000000000000000.cdf-ms"

    che non erano quelli sopra ed io li ho lasciati invariati

    RispondiElimina
  31. Io non ho nessun cd per windows 7 è uguale se ne uso uno di windows vista?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao, in teoria no, windows dovrebbe riconoscere che la versione instalalta non corrisponde all'unità DVD che hai inserito. è anche vero che puoi provarare, tanto serve solo per entrare nel promt dei comandi, non ci sono operazioni di installazione da effettuare

      Elimina
    2. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

      Elimina
    3. Ok grazie alla tua giuda ho risolto a quanto pare solo un cd installazione di windows 7 funziona me lo sono fatto prestare da un amico.

      Elimina
    4. Ciao, mi fa piacere che tu sia riuscito a risovere :)

      Elimina