Eseguire il backup dei dati con GFI Backup Home

Ormai è risaputo che i pc fanno parte della vita quotidiana di tutti noi. Si compra tutto on-line, si fanno operazione bancarie, si archiviano foto e video di famiglia... insomma, tutti usano i computer...peccato che troppi non si preoccupano del fatto che i pc sono macchine, e come tutte le macchine possono guastarsi anche in modo irreparabile.

Cosa succede se un disco fisso diventa illeggibile? Tutti i dati al suo interno vanno persi. Un bel danno! Esistono delle società che si occupano di recuperare questi dati con apposite apparecchiature, ma sono operazione molto onerose (parliamo anche di cifre oltre i 1000 euro)

L'unica difesa possibile è rappresentata dai Backup. Eseguire salvataggi regolari dei propri dati è la soluzione migliore per evitare danni irreparabili. Personalmente mi sono trovato molto bene con il software GFI Backup Home. Vediamone il funzionamento:


Scarichiamo il software dal portale . Sarà necessario effettuare una registrazione gratuita poter ottenere in link (la registrazione non comporta nessun costo).

Una volta installato lanciamo l'eseguibile e siamo pronti per creare il nostro Task. Clicchiamo su My Tasks e successivamente, dal pannello a sinistra, su New Backup


Apparirà il pannello di configurazione. Qui selezioniamo il nome del task e clicchiamo su Next. Nella finestra successiva è possibile scegliere i Source, ovvero i file dei quali eseguire il backup. Possiamo selezionare i file, ma anche le configurazioni della posta elettronica e le chiavi di registro.


Proseguendo nelle schede impostiamo la destinazione del nostro backup, che può essere un disco esterno, una cartella di rete, un CD/DVD/BD o anche un server FTP.

Occorre prestare particolare attenzione al campo Option. Qui, infatti, possiamo definire il tipo di Backup, Completo, differenziale o incrementale.


Personalmente preferisco l'accoppiata Incrementale/Differenziale perché, dopo aver fatto il primo backup completo, aggiornerà solo i files modificati. (Attenzione: se eliminate un file sul pc, al successivo backup verrà eliminato anche dalla destinazione)

In alternativa è possibile eseguire sempre un backup completo, decidendo quante copie tenere prima che il software vada a sovrascrivere la più vecchia.

Come ultima configurazione decidiamo il tipo di compressione per i file e la la schedulazione del Backup. Possiamo anche far partire manualmente il backup tramite il tasto Start Backup posto nel pannello di sinistra.
Condividi su Google Plus

Alessandro Giorgis

Diplomato Perito Elettronico anche se la mia vera passione sono i computer. Attualmente lavoro come Sistemista Windows dove mi occupo sopratutto della gestione delle problematiche legate all'hardware e al software nell'ambito aziendale.

0 Commenti:

Posta un commento