Strumenti di Windows 7: Backup e Ripristino di Windows

Il nuovo S.O. di casa Microsoft è molto stabile e performante, ma questo spesso porta a dimenticarsi di un fattore molto importante: i backup.

I pc sono comunque macchine, ed è quindi plausibile che possano subire guasti, sopratutto del disco fisso che è un materiale di consumo. Inoltre anche il sistema operativo, per quanto stabile e sicuro possa essere, può corrompersi al punto tale di non partire più.
Proprio per queste ragioni è molto importante fare le copie dei propri dati personali.
Esistono molti software di backup, anche Windows ci mette a disposizione il suo, vediamo come funziona.
L'opzione di backup e ripristino di Windows 7 ci mette a disposizione tutto il necessario per creare e gestire le copie. Possiamo:
  • Creare un disco di ripristino: Se non siamo in possesso del DVD di Windows ci servirà per avviare l'utility in caso di crash del sistema.
  • Creare un backup classico dei file: Possiamo selezionare i file e le cartelle da includere nelle copie.
  • Creare un'immagine del sistema: Possiamo effettuare una istantanea del sistema operativo da ripristinare in caso di crash.
Creazione del disco di ripristino
In molti pc, sopratutto se quelli di fascia medio-bassa, il disco di installazione di Windows non è presente quindi è necessario crearne uno. Avviamo l'utility da START - Pannello di controllo - Backup e ripristino e selezioniamo la voce Crea un disco di ripristino del sistema. Inseriamo un CD o un DVD nel lettore e attendiamo il completamento della procedura.


Creazione di un backup classico
Come ogni software che si rispetti anche quello di Microsoft permette di salvare i singoli dati. Dalla console di Backup clicchiamo su Configura Backup.
Ci verrà richiesto di selezionare la destinazione e la tipologia di backup. Posizioniamoci su Selezione manuale e mettiamo il flag sulle cartelle che desideriamo salvare.

Il sistema inserisce il flag anche all'opzione Includi un'immagine del sistema delle unità.
Se la lasciamo abilitata Windows includerà nel backup l'istantanea del sistema che posiamo usare per ripristinare in caso di crash. Personalmente preferisco separare le due tipologie di backup, facendo l'immagine in un secondo momento.


Cliccando su Avanti ci verrà mostrato un riepilogo e le opzioni per modificare la pianificazione. Clicchiamo su Modifica Pianificazione per scegliere se schedulare il backup, oppure se eseguirlo manualmente.

Quando siamo pronti clicchiamo su Ok e poi su Salva ed esegui il backup. Non ci resta che attendere che Windows completi il processo.


Per ripristinare i file andiamo su START - Pannello di controllo - Backup e ripristino e clicchiamo su Ripristina i file personali.
Il sistema, per impostazioni di default, ripristina i file dell'ultima versione di backup disponibile. Nel caso in cui si debba scegleire una versione precedente occorre cliccare su Scegliere una data diversa.

Clicchiamo su Cerca file o su Cerca cartelle per individuare le directory da ripristinare. Dopo aver scelto i file ci verrà richiesto se il ripristino deve essere fatto nel percorso originale o in un'altra directory, selezioniamo l'opzione che preferiamo e clicchiamo su Ripristina


Creazione di una immagine di sistema
Con Immagine si intende la copia esatta del disco fisso (o dei dischi) compressa in un file. Questo tipo di backup è molto importante perché ci permette di avere un'istantanea del pc da poter ripristinare in caso di crash o guasto del disco fisso.

Apriamo Backup e Recovery e posizioniamoci su Creare un'immagine del sistema.
Windows ci chiederà dove archiviare il file immagine, proponendo come scelte un disco rigido, il supporto DVD oppure un percorso di rete. Considerando che il file sarà abbastanza grande in termini di GB consiglio di utilizzare un disco rigido.


Scelta la destinazione clicchiamo su Avanti - Avvia backup e attendiamo il completamento. Al termine Windows ci chiederà di creare un disco di ripristino, dato che lo abbiamo già fatto selezioniamo No.

Se ci troviamo nella condizione di dover ripristinare il sistema operativo inseriamo nel lettore il CD di ripristino creato in precednza e colleghiamo anche l'unità su cui è stata fatta l'immagine del sistema, dopodiché avviamo eseguendo il boot da CD.
Windows ci chiederà cosa intendiamo fare, se usare gli strumenti di ripristino automatico o se ripristinare da un'immagine.

NB: Se il pc non è completamente compromesso si può tentare anche di eseguire il ripristino automatico. Questa procedura controlla i file di avvio e, se possibile, rimette Windows in condizioni di partire regolarmente.

Scegliamo Ripristina il computer da un'immagine del sistema creata in precedenza. Windows rileva in automatico il backup più recente.
Nel caso si abbiano più immagini e si volgia ripristinare una versione più vecchia basta selezioanre l'opzione Seleziona un'immagine di sistema. Se tutto è pronto clicchiamo sul form Avanti.

Nel menu successivo mettiamo la spunta su Formatta e partiziona i dischi in modo da allineare il disco fisso con il layout dell'immagine.


NB: Se in fase di creazione dell'immagine si è tralasciata una partizione (ad esempio D) o abbiamo un secondo disco fisso inserito nel computer e non volgiamo che, in fase di ripristino, questi siano eliminati, clicchiamo su Esclusi dischi e selezioniamo i drive che intendiamo mantenere invariati.

Un veloce sguardo al riepilogo proposto clicchiamo su Fine e attendiamo con pazienza la fine del processo.


A ripristino avvenuto Windows si riavvierà in automatico. Se tutto è andato per il verso giusto il sistema sarò di nuovo funzionante come al momento della creazione dell'immagine.

Una considerazione
Il backup per immagine è molto comodo perché ci evita di ricaricare Windows da 0, tuttavia occorre una gran quantità di spazio per archiviare la copia su un disco esterno, sopratutto se si hanno molti dati sul pc.

Vedendo il discorso nell'ottica di un pc nuovo appena acquistato o appena formattato consiglio di creare un'immagine-pilota di Windows con solo i software essenziali e gli aggiornamenti, e pianificare i backup dei singoli dati in un secondo momento, man mano che verranno inseriti nelle directory.
In questo modo l'immagine di sistema non sarà troppo grande e potemmo gestire meglio i backup dei singoli dati.
Condividi su Google Plus

Alessandro Giorgis

Diplomato Perito Elettronico anche se la mia vera passione sono i computer. Attualmente lavoro come Sistemista Windows dove mi occupo sopratutto della gestione delle problematiche legate all'hardware e al software nell'ambito aziendale.

16 Commenti:

  1. Salve, ottima guida grazie
    ma la creazione dell'immagine mantiene anche il sistema operativo attivato oppure bisogna attivarlo dopo il ripristino?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Buongiorno, la creazione dell'immagine esegue l'esatta "fotografia" del sistema, quindi include anche la licenza di Windows e dei relativi software installati. Questo discorso vale però solo se si ripristina il sistema sullo stesso Hardware. Se si tenda di ripristinare su Hardware differente (sempre che si riesca a procedere senza mandare il pc in schermata blu) c'è il rischio che Windows sia da riattivare, ma questo per le normali politiche anti pirateria della Microsoft

      Elimina
  2. Ciao,ho un paio di domande:
    l'immagine di sistema può essere "rimontata" anche dopo avere partizionato il disco ovvero sostituito?
    La funzione "trasferimento dati windows" è analoga al backup?
    Grazie

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao, si l'immagine può essere ripristinata su un disco nuovo, l'unica cosa è che il ripristino comprende anche le partizioni, quindi avrai lo stesso partizionamento presente al momento dell'immagine. Il trasferimento dati windows invece serve per migrare tutti i dati da un pc all'altro. Però è necessario che il pc di origine sia funzionante, pertanto in caso di guasto questa opzione non è utilizzabile :) Se ti serve altro chiedi pure :)

      Elimina
  3. Ciao ho seguito attentamente la tua guida , e volevo chiederti se l'ordine delle operazioni da fare in caso di ripristino windows 7 sono queste (praticamente vorrei sapere se ho capito bene o meno)
    accedere al bios (spuntare avvio su cd) ; inserire il cd di ripristino (che mi sono creato)riavviare e nel frattempo inserire l'hard disk esterno con l'immagine salvata e procedere con le istruzioni .
    Non ho capito bene se il cd di ripristino serve per avviare il computer e successivamente inserire lHD con l'immagine , o se posso farlo direttamente senza il cd .

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao scusa il ritardo con cui ti rispondo, si l'ordine è corretto a parte il l'Hard Disk, conviene che lo colleghi subito prima di avviare il pc, in questo modo eviti che il cd di ripristino non rilevi la periferica :)

      Elimina
  4. Ok grazie mille , e complimenti per questo utilissimo blog . Ciao .

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie a te per i complimenti :) e continua a seguire il blog! :)

      Elimina
  5. Ciao Alessandro!
    leggendo i consigli per l'utilizzo del backup di windows 7 del tuo blog, e la semplicità con descrivi le operazioni da eseguire, credo e spero che tu possa aiutarmi nel risolvere il mio problema con il backup del mio PC....
    In pratica il mio problema è che andando nel toolbox del Pannello di Controllo>Sistema e sicurezza>Backup e ripristino, tutti i pulsanti (che fino a qualche giorno fa funzionavano regolarmente)di Esegui Backup, gestisci spazio, attiva pianificazione, cambia impostazioni non funzionano più. funziona tutta la parte di ripristino, che ho provato ad utilizzare per tornare alla situazione precedente ma con esito negativo. potresti darmi un consiglio? GRAZIE!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao! Scusa il ritardo, è davvero strano che non sia più possibile gestire il backup. Hai già guardato se tutti i servizi sono attivi? Lo puoi verificare digitando "services.msc" nella barra di ricerca del menu START. In alternativa puoi provare a fare un ripristino ad un giorno precedente usando il cd di avvio di Windows 7 anziché ripristinare il un backup

      Elimina
  6. Ciao!molto utile questo articolo. Però ho un dubbio: se ho un problema al pc e non ho fatto un dvd di ripristino delle condizioni iniziali ma solo quello dell'immagine del sistema(quando il pc era ancora funzionante) e decido di usare quest'ultimo, avrò il mio computer perfettamente com'era nel momento del backup?incluso il sistema operativo Windows 8?

    RispondiElimina
  7. Ciao, si esatto, se usi l'immagine fatta con la procedura di backup il pc ti viene ripristinato all'esatto momento in cui hai fatto l'immagine, dati compresi :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Buongiorno Alessandro,
      grazie per la tua guida che mi è stata preziosissima proprio in occasione della recente rottura del disco fisso del mio pc. Ovviamente non avevo nè disco di ripristino nè backup... Poco male per quanto riguarda i dati visto che è il pc dell'ufficio con il quale lavoro al 99% collegata al server. Il mio problema in questi casi è dover ricreare tutte le impostazioni del pc che mi permettono di lavorare in rete in ufficio: server, stampanti, software condivisi, ecc.. Per tornare ad avere tutto perfettamente funzionante ci vogliono giorni e giorni.
      La creazione dell'immagine di sistema è stata una rivelazione! Sono riuscita (non so come) a fare ripartire il disco rotto il tempo sufficiente a creare disco di ripristino ed immagine di sistema e una volta sostituito il disco vecchio col disco nuovo e ripristinato tutto ho ritrovato il mio pc esattamente come nel momento in cui mi aveva "abbandonato". Che meraviglia!!!
      Quello che ti volevo chiedere è questo: esiste la possibilità di programmare la creazione periodica dell'immagine di sistema, così come si fa con il backup dati?
      Da quello che mi è sembrato, utilizzando la procedura di Windows 7, la creazione dell'immagine di sistema si lancia solo "manualmente", ma magari esiste da qualche parte un software per schedulare questa operazione.

      Grazie ancora per la tua preziosissima guida!

      Elimina
    2. Ciao, perdona il ritardo, puoi automatizzare il processo usando sempre l'opzione di Backup e Ripristino di Windows 7. Basta che selezioni il backup. dopodiché ti chiederà di selezionare la destinazione. Come step successivo lascia il tipo di backup impostato su "selezione automatica", in modo che creai un'immagine di sistema. Nella schermata di riepilogo puoi cambiare la pianificazione inserendo quella che preferisci :)

      Elimina
  8. Salve Alessandro sono un insegnante di scuola media, ci sono arrivati 7 pc identici e volevo fare un'unica immagine del sistema per tutti e 7 per poi archiviarla in un HD esterno. Se un domani devo recuperare quell'immagine per uno dei 7 pc con lo stesso hardware ma con licenza differente cosa devo fare?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao puoi usare la procedura descritta in questo articolo http://www.ildiariodelsistemista.com/2010/12/utilizzare-il-sysprep-con-windows-vista.html

      Qui viene spiegato come personalizzare un'installazione di Windows per poterla poi esportare su altre macchine. Per creare l'immagine puoi usare il backup di Windows oppure software di terze parti come clonezilla che è OpenSource.Perle licenze dipende come intendi, se sono licenze di windows dei seguire la procedura per il cambio del product key, per i software dipende dal tipo, in alcuni casi puoi fare il cambio product key (ad esempio office) in altri potresti dover inserire solo la licenza nuova oppure reinstallare il programma

      Elimina