Abilitare la riproduzione di DVD protetti su Ubuntu 10.10

Come abbiamo visto Ubuntu è un'ottima distro di Linux, ottimizzata al meglio con molti software già preinstallati. Purtroppo non è completa al 100% e può capitare che, cercando di riprodurre un DVD video protetto (è il caso di film regolarmente acquistati), venga restituito un messaggio simile a questo:


Ciò è dovuto alla mancanza della libreria Libdvdcss2 Vediamo come installarla.


Come prima cosa io vi consiglio di installare Ubuntu Tweak. Si tratta di un software di personalizzazione molto potente che permette di sia di configurare che di implementare nuove funzionalità di Ubuntu.

Scarichiamolo dal sito ufficiale ed installiamo, dopodiché lanciamolo dal percorso Applicazioni - Strumenti di Sistema.

Nella schermata di Ubuntu Tweak clicchiamo su Centro Sorgenti e accettiamo di scaricare gli aggiornamenti. Poi clicchiamo in basso a destra sul tab Sblocca.


Dopo aver inserito la password di sistema selezioniamo, dal menu di sinistra, il campo Multimedia e mettiamo il flag su Medibuntu. Come ultimo step clicchiamo sul pulsante Aggiorna.


Una volta completato il procedimento siamo finalmente pronti per installare la libreria.

Chiudiamo Ubuntu Tweak e apriamo una shell. Digitiamo i seguenti comandi:

Se stiamo utilizzando la versione a 32 bit di Ubuntu:
  • sudo apt-get install w32codecs libdvdcss2

Se, invece, utilizziamo la verisione a 64 bit:
  • sudo apt-get install w64codecs libdvdcss2


Attendiamo il completamento dell'installazione e concludiamo inserendo la stringa:

sudo apt-get install non-free-codecs

Ora Ubuntu sarà pronto per leggere tutti i nostri film. Io consiglio di utilizzare l'ottimo VLC, molto veloce e completo di tutti i codec necessari.
Condividi su Google Plus

Alessandro Giorgis

Diplomato Perito Elettronico anche se la mia vera passione sono i computer. Attualmente lavoro come Sistemista Windows dove mi occupo sopratutto della gestione delle problematiche legate all'hardware e al software nell'ambito aziendale.

0 Commenti:

Posta un commento