Accesso remoto con TeamViewer

Una delle esigenze più comuni è quella di collegarsi in desktop remoto su altri sistemi operativo, sia per dare assistenza, sia per monitorare lo stato di un pc.

In ambito aziendale, per chi ha un firewall e degli indirizzi IP pubblici a disposizione, è possibile aprire un canale diretto da utilizzare tramite il protocollo RDP di Windows, basta creare un Port Forwarding verso il pc da controllare.

In tutti gli altri ambiti sono disponibili molti software che permettono il controllo e la gestione dei pc remoti. Uno dei più semplici e completi è TeamViewer. Questo potente software permette di gestire qualunque pc tramite l'installaizone di un semplice client, ed è disponibile per tutte le piattaforme (Windows, Linux Mac e Mobile). Vediamo come si utilizza:


Per prima cosa colleghiamoci al sito di TeamViewer e scarichiamo l'applicazione corretta in base alla piattaforma che stiamo utilizzando cliccando sul pulsante Avvia versione gratuita.

Possiamo scegliere se Installare o Avviare il prodotto. Se scegliamo di avviarlo avremo una sessione stand-alone di cui non rimarrà traccia una volta chiuso il programma. Noi scegliamo di installarla.
Selezioniamo il tipo di licenza mettendo la spunta su per scopi privati / non commerciali e proseguiamo.


Confermiamo di accettare le condizioni di licenza mettendo il flag su entrambe le caselle e clicchiamo su Avanti.

A questo punto ci verrà richiesto in che modo TeamViewer dovrà gestire la connessione remota. Nello specifico possiamo scegliere se:

  • Attivando TeamViewer maualmente ogni volta che desideriamo prendere il controllo del pc (impostazione predefinita)
  • Lasciare TeamViewer sempre attivo e pronto alla connessione


Nel primo caso dovremmo avviare il programma manualmente, con tutte le limitazioni del caso. Se, ad esempio, dobbiamo riavviare il pc su cui stiamo collegati non potremmo più avere accesso alla macchina una volta che il riavvio è completato.

Nel secondo caso, invece, si andrà a creare un collegamento sempre attivo sul pc da controllare, addirittura potremmo avere accesso ancora prima che windows carichi la sessione utente.

Scegliamo la seconda opzione e clicchiamo su Fine.

Una volta che TeamViewer ha completato l'installazione apparirà una schermata dove potremmo configurare il software per l'accesso automatico.

Compiliamo il form inserendo Nome Computer e Password la quale dovrà essere almeno di 6 caratteri differenti.


Nel punto successivo TeamViewer chiede se vogliamo legare il pc ad un account. L'opzione non è obbligatoria ma io consiglio di crearlo in modo da facilitare la gestione della connessione remota, sopratutto se installiamo il programma su molti pc.
Tra le altre cose, creando un account, potremmo accedere ai vari pc direttamente dal browser web (Seppur con qualche limitazione).
Per crearlo scegliamo un nome utente e una password (ricordiamoci di confermare il link che ci arriverà via mail una volta effettuata la registrazione).


Ecco fatto! il nostro pc è pronto per essere raggiunto dall'esterno. Per poter controllare i pc abbiamo due modi:

  • Utilizzare un browser (solo avendo creato un account)
  • Instalalre TeamViewer sul nostro pc principale

Nel primo caso basta recarsi sul sito di TeamViewer ad accedere all'area riservata cliccando su Web Login. Sul lato sinistro della pagina troveremo l'elenco dei pc legati al nostro account. Sarà sufficiente premere con il tasto destro sul pc desiderato e cliccare su Connetti.


Utilizzando questo tipo di connessione avremo il vantaggio di controllare il pc desiderato anche se stiamo usando una postazione non di nostra proprietà (ad esempio un internet point). L'unica cosa che ci è preclusa è il trasferimento dati.

Per aver accesso a questa importante funzionalità dobbiamo installare il client anche sul nostro pc, utilizzando il procedimento descritto in precedenza. Il client da installare è sempre lo stesso, infatti il programma funziona in entrambi i sensi: permette di controllare altri pc e rende disponibile il controllo dello stesso pc su cui è installato.

A procedura completata apriamo il programma e accediamo con le credenziali dell'account per avere, sul lato destro, l'elenco dei pc.


Facciamo doppio clic sul pc desiderato ed il gioco è fatto. Finalmente potremmo prendere il controllo del pc gestendo anche il trasferimento dati tra una macchina e l'altra.

Se decidiamo di non utilizzare un account per gestire i pc, o se in fase di installazione scegliamo di attivare TeamViewer manualmente, avremmo bisogno di conoscere L'ID e la Password del pc da controllare per poter gestire l'accesso remoto.

Nella sezione di destra del'interfaccia inseriamo L'ID del pc da controllare e clicchiamo sul pulsante Collegamento con l'interlocutore. Dopo qualche secondo ci verrà richiesto di inserire anche la password.


Mentre l'ID è sempre lo stesso, la password (come configurazione di default) viene generata casualmente ad ogni sessione. È comunque possibile creare una password personalizzata cliccando su Extra - Opzioni - Protezione.
Condividi su Google Plus

Alessandro Giorgis

Diplomato Perito Elettronico anche se la mia vera passione sono i computer. Attualmente lavoro come Sistemista Windows dove mi occupo sopratutto della gestione delle problematiche legate all'hardware e al software nell'ambito aziendale.

4 Commenti:

  1. Ciao!
    sai se è possibile connettersi ad un computer Windows da qualsiasi terminale unix? Magari usando qualche tipo di ssh...o forse un ssh-tunnelling che non so bene ancora come fare?

    Simo!

    RispondiElimina
  2. Ciao Simone! Per i sistemi UNIX puoi utilizzare lo stesso Team Viewer, che è disponibile per la maggior parte delle distro. Oppure puoi usare anche Real VNC. Ti riferisci ad un particolare sistema Unix based?

    RispondiElimina
  3. Grazie Alessandro,

    mi riferivo a qualsiasi Max OS X e Ubuntu. Vedo comunque che non è possibile creare un collegamento tramire ssh. Vuol dire che userò Team Viewer.

    RispondiElimina
  4. No ssh no...può creare un vpn ma non l'ho mai testata...proverò :-)

    RispondiElimina